Loading...
Vendita2019-04-25T18:47:55+00:00

Ricorda che ogni caso è diverso, questi sono solo alcuni consigli generali per renderti consapevole di alcune dinamiche della compravendita immobiliare. Sei vuoi parlarci del tuo caso specifico contattaci!

CONTATTACI

Atti di provenienza

Prendi l’atto notarile che hai stipulato per acquistare la casa che stai vedendo e prendi nota di queste importanti informazioni:

  • La descrizione del tuo immobile e relative eventuali pertinenze (soffitte, cantine, box…);
  • I dati catastali: in genere sono descritti con il Comune di appartenenza, il Foglio, la Particella n. o Mappale e subalterno;
  • Il numero di licenza edilizia/permesso di costruire e agibilità (questi dati in genere non sono presenti se è indicato che l’immobile è ante 1967);
  • Allegati: planimetrie catastali, attestati energetiche o altro tipo di planimetrie;

Questa è un’importantissima fonte di informazione nonché un documento indispensabile per poter vendere casa.
Potresti aver ricevuto l’immobile attraverso una successione ereditaria, anch’essa è molto importante, ma cerca di recuperare comunque l’atto notarile originario.

In caso di smarrimento dell’atto notarile non preoccuparti sono atti pubblici che posso essere reperiti presso il notaio che lo ha stipulato oppure se il notaio non esercita più, presso l’archivio notarile della città di appartenenza.

Attestato di Prestazione Energetica

Dal 2009 in avanti, l’Attestato di Prestazione Energetica (APE), prima chiamato Attestato di Certificazione Energetica (ACE), è diventato un documento obbligatorio quindi, se hai comprato dopo tale anno, il tuo attestato dovrebbe essere allegato all’atto notarile.

Ricordiamo brevemente che L’APE è l’attestato che inserisce l’immobile in una classe energetica specifica dalla A+++ alla G. Un pò come accade per gli elettrodomestici, fornisce un’idea sui consumi energetici.

Nei primi anni in cui era in vigore, l’APE, aveva una durata fissa di 10 anni, ora tale durata è subordinata alla verifica della caldaia. In ogni caso la scadenza dell’APE è indicata sul documento.

Se non trovassi questo documento, limitatamente alla Regione Piemonte, possiamo eseguire per te delle ricerche ed eventualmente predisporlo in tempi brevi in caso di necessità.

Situazione catastale

E’ buona norma, soprattutto se l’atto notarile è un pò datato, entrare in possesso di questi importanti documenti catastali aggiornati:

  • Visura catastale
  • Planimetria catastale

La visura catastale contiene le informazioni relative all’intestatario dell’immobile, l’indirizzo, la categoria e classe catastale, la sua rendita, la superficie, le note, i passaggi di proprietà (se la visura è storica) e il piano dell’immobile.

La planimetria catastale è invece il disegno del proprio immobile, solitamente in scala 1:200, quindi abbastanza piccola, dove è presente sia l’immobile sia l’eventuale cantina o soffitta. Le autorimesse e/o posti auto hanno una planimetria catastale a sé (quindi anche un subalterno differente). Dalla pianta si evince l’accesso al bene, i suoi confinanti e l’assetto delle divisioni interne.

Questi documenti, seppur importanti, non sono probatori si dice in termine tecnico, ovvero che non ne certificano la proprietà in caso della visura o l’autorizzazione edilizia in caso di planimetria. Tali documenti servono esclusivamente per determinarne la rendita attraverso il conteggio dei vani al momento. Dalla rendita catastale infatti poi scaturiscono i calcoli relativi alle imposte.

Questi documenti possono essere richiesti ad un professionista oppure possono essere reperiti gratuitamente al catasto di appartenenza se le visure sono effettuate in prima persona dal proprietario.

Puoi comunque sfruttare il nostro collegamento diretto con il catasto nazionale per recuperare entro 24 ore questa documentazione risparmiando tempo prezioso.

Situazione urbanistica

La planimetria catastale, come abbiamo visto al punto precedente, non è l’unica rappresentazione grafica del proprio immobile. Infatti abbiamo detto che tale planimetria non è probatoria. Questo vuol dire che c’è una planimetria più importate è ufficiale:

  • La planimetria comunale

Tale planimetria è differente da quella catastale in quanto è contenuta nel progetto depositato presso il comune di competenza ed, in caso di condomini, è rappresentata all’interno del progetto unitario. Tale progetto è allegato alla licenza edilizia originaria dell’immobile che ne certifica e ne legittima il suo stato.
Questa planimetria è decisamente la più importante ed occorre verificare se l’assetto della disposizione interna corrisponde con il proprio immobile.

A differenza della ricerca della planimetria catastale, qui le cose si fanno un pochino più complesse perchè, specialmente per licenze più datate, occorre recarsi direttamente presso il comune e ricercare l’ultimo stato autorizzato, ovvero le eventuali altre varianti e/o sanatorie o condoni che possono essere stati presentati dopo la licenza edilizia originaria.

Molti comuni hanno informatizzato anche queste pratiche, ma non sono molti e spesso sono ancora cartacei. Seppur sia possibile reperire questi documenti direttamente dal proprietario del bene, è consigliato rivolgersi ad un professionista per essere certi di reperire tutti i documenti necessari.

Verifiche e altri documenti

Se abbiamo ottenuto tutti i documenti relativi ai punti precedenti siamo pronti a confrontare tutti i documenti e verificare se sono “conformi”. Occorre quindi verificare che:

  • La visura catastale riporti i dati corretti, sia dell’immobile sia dell’intestatario;
  • La planimetria catastale sia identica a quella comunale e che quindi entrambe sia corrispondenti allo stato dell’immobile;
  • L’APE sia presente ed in corso di validità

E’ buona norma disporre delle documentazioni degli impianti, anche se in caso di immobili datati questo sarà impossibile. Queste certificazioni degli impianti non sono obbligatorio in caso di atto notarile ma sicuramente, se presenti, apporterebbero un valore aggiunto alla proprietà.

Se qualcosa non ti quadra o hai qualche dubbio possiamo darti il giusto consiglio 😉

Scrivici oggi stesso!

At vero eos et accusamus et iusto odio dignissimos ducimus qui blanditiis praesentium voluptatum deleniti atque corrupti quos dolores et quas.

Nome *
Cognome *
Email *
Telefono

Oggetto

Come ti possiamo aiutare?